Il libro è un ottimo amico da portare sotto l’ombrellone. E per chi avesse dimenticato di metterlo in valigia, esiste la fornitissima biblioteca civica “C. Sabbadino”

Estate, spiaggia, ombrellone e un libro. La lettura è il tempo del piacere, la riconquista di uno spazio che nel resto dell’anno è fatto di spizzichi e bocconi … ma adesso, interi pomeriggi possono essere assorbiti dalle pagine di un buon testo e Chioggia è il posto giusto.

Proprio quest’anno, infatti, ha ottenuto il riconoscimento di “Città che legge” per il biennio 2020-2021. Un premio assegnato dal Centro per il libro e la lettura ad un selezionato gruppo di altre città italiane, d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani – e con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Merito di una lunga serie di iniziative rivolte alla promozione del libro, come: la rassegna “Premio letterario città di Chioggia” (promossa da Pro Loco Chioggia Sottomarina); la “Maratona della lettura – Il Veneto legge” (iniziativa regionale, 3ª edizione del 27 settembre 2019); la rassegna di poesia (28.ma edizione nel 2019) organizzata dall’Associazione Gruppo Poeti città di Chioggia, e ovviamente alla fornitissima biblioteca civica “C. Sabbadino”. Un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti della lettura, con circa 14.000 ai 15.000 prestiti annui, compresi gli ebook attraverso MLOL, è una tappa obbligata anche per chi è già in vacanza a Sottomarina o Isola Verde e ha dimenticato di mettere il suo libro in valigia